OCST Donna-lavoro

OCST donna-lavoro è il gruppo nel sindacato che si fa portavoce dei problemi specificamente femminili in ambito lavorativo. La conciliazione fra la vita familiare e quella lavorativa, la disparità salariale, la gestione del tempo parziale e la previdenza professionale sono solo alcune delle questioni che impongono, giorno per giorno, un intervento.

Donne e uomini sono uguali quanto a preparazione, produttività, rendimento. È quindi inconcepibile accettare ancora disparità salariali, sociali e gli intralci agli avanzamenti di carriera.

Troppo spesso ancora la maternità viene interpretata come un ostacolo alla vita lavorativa, più che un contributo al futuro e al benessere della società, e percepita da molte donne come un lusso che non si possono permettere.

Questi problemi, che sono tanto più gravi per le donne che hanno un reddito medio-basso e le famiglie monoparentali, devono essere portati alla luce e affrontati attraverso la contrattazione tra sindacato e datore di lavoro.

Le donne lavoratrici devono prendere coscienza delle loro potenzialità, dei loro diritti, della loro forza sindacale e politica e lottare per un nuovo modo di percepire e di interpretare l’economia e il mondo del lavoro.

Un successo strepitoso lo sciopero delle donne in Ticino, come nel resto della Svizzera. Una marea gioiosa e risoluta che ha mobilitato 10 mila persone. Donne, uomini, giovani, anziani uniti nel rivendicare la piena uguaglianza.
Nel 2016 quasi due posti di lavoro su tre retribuiti con un salario inferiore ai 4000 franchi lordi al mese per un lavoro a tempo pieno erano occupati da donne. Le disparità salariali tra donne e uomini sono gradualmente diminuite dal 21,3% nel 2012 al 19,5% nel 2014, per poi passare al 19,6% nel 2016. Secondo l’Ufficio federale di statistica (UST), il 42,9% di queste disparità salariali resta inspiegabile.
La Commissione consultiva per le pari opportunità tra i sessi ha presentato, proprio in occasione della Giornata internazionale della donna, la seconda edizione della pubblicazione «Le cifre della parità: un quadro statistico delle pari opportunità fra i sessi in Ticino». 
Il gruppo OCST-Donna lavoro in collaborazione con il Laboratorio di psicopatologia del lavoro del canton Ticino, ha organizzato lo scorso 22 novembre al Fox Town un incontro con i suoi dipendenti per presentare il tema del mobbing e delle molestie sessuali, con lo scopo di sensibilizzare le persone riguardo queste tematiche di cui si parla sempre più frequentemente.
Nel 2015, circa quattro madri su cinque erano professionalmente attive in Svizzera. Questi i dati emersi dalla pubblicazione dello scorso anno dell’Ufficio federale di statistica intitolata «Les mères sur le marché du travail».